I) ORA SOLO SE SARETE STRAORDINARI IN TEMPI ORDINARI RIUSCIRETE A FARVI APRIRE LE PORTE

(Parla Dio Padre) Piccola, Abba? Mio Signore? Ascolta, ascoltate, figli Miei: Oggi è terminato questo tempo: dalla Santa Quaresi...

mercoledì 21 settembre 2016

LE PRIME APPARIZIONI AD EDSON (ITAPIRANGA)

Nel periodo che va dal maggio 1994 al maggio 1998, due città dell’Amazzonia, Manaus e Itapiranga, sono state scelte come luoghi di molte apparizioni da parte di Gesù, di Nostra Signora e di San Giuseppe. Questi fatti straordinari si sono verificati nella vita di Edson Glauber e di sua madre, Maria do Carmo.

Tra i numerosi messaggi, che sollecitano una maggior preghiera per la conversione personale, dei peccatori e perché finisca la violenza nel mondo e regni la pace, Gesù e Nostra Signora chiedono alla Chiesa un aumento di devozione a San Giuseppe e al suo Cuore Castissimo.
Le apparizioni di Nostra Signora iniziarono un lunedì, il giorno 2 maggio del 1994, nella città di Manaus (Manaus significa “Madre di Dio”) nel quartiere Dom Pedro. Maria do Carmo fu la prima a vedere Nostra Signora. Questo fatto avvenne nella sala della sua casa, mentre pregava alle ore 4.00 del mattino. Dopo aver recitato il santo rosario, fu colta all’improvviso da una luce molto forte che illuminò tutta la stanza. In questa luce una giovane molto bella indossava un vestito bianco lungo fino ai piedi e un manto dello stesso colore che le copriva la testa e i fianchi. La giovane reggeva con le sue mani un rosario di grani azzurri e mostrandolo a Maria do Carmo, le disse: “Prega, prega!”.
In questa prima apparizione si verificò un fatto commovente: Nostra Signora mostrò a Maria do Carmo il figlio Quirino, morto accidentalmente, mentre giocava, il primo settembre del 1989, per farle sapere che Quirino era con Dio e con Lei in Cielo e che stava bene e per invitarla a pregare molto per poterlo rivedere nuovamente un giorno nella gloria del Signore.
Infatti Maria do Carmo e tutta la sua famiglia avevano sofferto molto per la morte prematura del bambino.
Il sabato precedente a questa prima apparizione, il giorno 30 di aprile, Edson stava pregando con i suoi fratelli e i suoi amici davanti all’altare di Nostra Signora in quella stessa sala. Durante la preghiera sentì una voce molto bella che gli disse: “Prega con il cuore. Prega il rosario tutti i giorni. Io sto per arrivare: aspetta!”.
Da quel momento Nostra Signora e San Giuseppe sono apparsi sia a lui che a sua madre comunicando loro dei messaggi, invitando tutta l’umanità alla preghiera, alla conversione e ad un cambiamento di vita.

Le prime cinque apparizioni avvenute a Maria do Carmo, madre di Edson, all’inizio del mese di maggio dell’anno 1994, sebbene passino spesso inosservate, meritano qui una profonda attenzione perchè ci aiutano a conoscere la verità e perché sono alla base dei messaggi della Vergine nell’avvicendarsi degli anni.
Nella prima apparizione del giorno 2 maggio, Nostra Signora mostra a Maria do Carmo suo figlio Quirino, morto in un incidente nell’anno 1989 quando questi aveva 11 anni. In questa prima apparizione Nostra Signora desidera dire al mondo e specialmente alle madri che hanno perso i loro figli in modo tragico, di non perdere la fede e di non disperarsi, ma di pregare come Ella ha chiesto a Maria do Carmo nel suo primo messaggio: “Prega, prega!”.
Dunque la morte non è la fine di una vita, ma la nascita dell’uomo alla vita eterna se questi è stato nell’amicizia e nell’unione con Dio sulla terra. Nostra Signora ha mostrato a Maria do Carmo e a Edson che il piccolo Quirino era nato per la vita eterna. Una morte, pur essendo tragica, non può mai distruggere il piano di Dio né segnare la fine della sua opera nella vita di una persona, poiché il suo amore e il suo potere non hanno limiti. Molti, attraversando momenti tragici nella vita per la perdita dei loro figli o familiari si disperano e subito abbandonano Dio per cercare consolazione e risposte in insegnamenti e cose errate, tradendo la loro fede e la chiesa, non comprendendo che la risposta è solamente in Dio, nel suo amore e nella sua opera. Per questo motivo Nostra Signora ha detto a Maria do Carmo, nelle sue apparizioni, che nel momento più difficile della sua vita e di maggior dolore ella non ha rifiutato né Dio né la sua fede, ma è rimasta ferma e forte divenendo esempio per gli altri: “Tu sei stata molto umile e piccola, non ci hai imprecati, né Me e neppure mio Figlio Gesù Cristo. Queste sono le tue principali virtù. Tu dicevi solo: “Perché mio figlio è morto? Perché?”… Ed Io e mio Figlio Gesù Cristo vi rispondiamo ancora una volta: perché egli voleva essere un Angelo e un Santo del Signore. Tu solamente ora ti senti felice, perché ti mostriamo tuo figlio come egli è là nel cielo e vestito come un Angelo, ma tu ti sentirai ancor più felice quando vi troverete un giorno là nella Gloria del Signore”.
Nella seconda apparizione il giorno 4 maggio, prima di vedere Gesù e Nostra Signora, Maria do Carmo ha visto il demonio che voleva attaccarla e impedirle di pregare. Maria do Carmo, illuminata da Dio e dalla Vergine, ha invocato il Sangue di Cristo e ha messo in fuga il demonio. Subito dopo sono venuti Gesù e Nostra Signora che hanno portato con loro suo figlio Quirino, molto bello. Gesù le ha detto che lui era un angelo e un santo in Cielo. Possiamo notare in questa seconda apparizione due particolari: il primo è l’esistenza del demonio che cerca in ogni cosa di allontanare gli uomini dal progetto di Dio, impedendo loro di santificarsi, anche solo per mezzo di una semplice preghiera; il secondo è che la santità è possibile a tutti coloro che vorranno cercarla con il cuore, con fede e amore, come è avvenuto per il figlio di Maria do Carmo. Ma questa santità dipende molto da una vita in comune santa e dalla dedizione di ogni padre e di ogni madre alla cura e all’educazione dei loro figli. Maria do Carmo ha cercato, nei suoi impegni di donna di casa e madre di famiglia, di insegnare ai suoi figli il cammino di Dio, attraverso una vita di fede e di preghiera, nella sua semplicità, senza molta ostentazione, anche con i suoi limiti e problemi quotidiani.
Nella terza e quarta apparizione, avvenute il giorno 7 e il giorno 8 maggio (festa della mamma in quell’anno), la Vergine mostrando un feto insanguinato nelle sue mani ha richiamato l’attenzione delle madri che rifiutano e uccidono i loro figli, parlandoci della gravità dell’aborto e del rinnegamento della fede delle persone che seguono fazioni che non sono gradite a Dio: “L’aborto è peccato grave! Chi pratica l’aborto deve confessarsi dal sacerdote, piangere e cadere pentito sul pavimento e non smettere mai di pregare. Solo così si potrà salvare!”. E mostrando a Maria do Carmo molti uomini vestiti di nero che bruciavano nel fuoco dell’inferno ha detto: “Vedi, così si trovano i massoni, perché la massoneria è una setta del demonio. E se si muore massone, si va diretti all’inferno!”. Questo vale per tutti quelli che conoscendo la verità hanno cercato la menzogna; sapendo dove è Dio hanno cercato il demonio; sapendo dov’è la luce hanno preferito le tenebre.
Nella quinta apparizione avvenuta il giorno 11 maggio, Gesù parla a Maria do Carmo della gravità dell’adulterio e della convivenza, peccati oggi commessi da molte persone, che distruggono il vero senso della famiglia, il suo valore e i suoi fondamenti. Tali peccati non saranno ignorati da Dio poiché essi meritano una giusta punizione: “Maria do Carmo! Non dormire! Alzati, scrivi. Non perdere tempo. L’adulterio è peccato grave, ma c’è perdono se si fa una buona confessione e con pentimento assoluto! Insegnalo. Tu sai come si fa una buona confessione. Non si può aver paura e neppure vergogna del sacerdote. Se lui perdona, anch’Io perdono. Se lui non perdona, anch’io non perdono!
Coloro che sono sposati e sono separati, se si amano ancora, si riuniscano di nuovo: con perdono e sincerità! Chi è sposato ed è separato, e vive con un altro uomo o con un’altra donna con cui non è sposato, deve dividersi o vivere come amico nella stessa casa. I due non possono più vivere come marito e moglie. Se uno dei due è libero e sente la necessità della vita coniugale, deve sposarsi. Ma non può commettere adulterio!”.

http://www.itapiranga.net/devozione/messaggio-dei-tre-sacri-cuori.html

martedì 6 settembre 2016

RICONOSCIUTE LE APPARIZIONI DELLA SANTA VERGINE A GLADYS MOTTA (ARGENTINA)



Domenica 22 maggio 2016, Mons. Héctor Cardelli, vescovo di San Nicolás (a nord di Buenos Aires, Argentina), ha confermato il carattere soprannaturale per gli “eventi mariani” accaduti a partire dal  25 settembre 1983.
«Come Vescovo diocesano competente a tale tipo di istruzione; motivato da un senso di giusta coscienza (…) riconosco il carattere soprannaturale dei felici eventi con cui Dio per mezzo della sua figlia prediletta, Gesù attraverso la Sua Santissima Madre, lo Spirito Santo per mezzo della Sua diletta Sposa, ha voluto manifestarsi amorosamente nella nostra diocesi».

http://www.lanuovabq.it/it/articoli-argentina-riconosciute-le-apparizioni-della-verginedio-si-e-manifestato-con-la-sua-sposa-prediletta-16300.htm

giovedì 25 agosto 2016

AGOSTO 2016: XI STAZIONE - GESU' E' CROCIFISSO

 
XI STAZIONE:  GESÙ È CROCIFISSO

 
(Piano piano, Piccola, so che sempre Mi accompagni il venerdì: sento la tua sete, il tuo disagio; ma pazienta e ora finiamo). Generazione malvagia: Mi avete crocifisso nuovamente come se la prima volta non fosse abbastanza! Sembrate dire: "Signore Gesù, rimani crocifisso finché noi siamo stanchi di peccare per pentirci sul letto di morte!" Siete cinici e sfrontati. Conosco i vostri pensieri più segreti e so pure in quale modo pensate. Non esiste maggiore insolenza! A chi pensa in questo modo (esaminate le vostre anime) e mi grida "Gesù!, Gesù!" Io dico ORA, che  se non Mi riconoscete sulla terra, Io non vi riconoscerò nell’eternità.
Se vi dessi la stessa sorte dei Miei amici che si umiliano, che Mi servono, che Mi accompagnano, che Mi amano, non sarebbe ingiusto per loro? Pensate che sarei ingiusto se Io Sono Perfetta Giustizia? Voi che Mi crocifiggete, pretendete di sedervi alla Mia Mensa insieme ai Miei amici che, invece di essere alle feste, si tengono in disparte e Mi accompagnano, seppur poveramente, ma mi danno il loro amore, il loro tempo, i loro pensieri e si prostrano ai piedi della Mia Santa Croce, mentre voi mangiate, bevete e ridete di loro. Pensate che sia giusto che voi abbiate lo stesso destino dei Miei poveri? Non vi ingannate, che la sorpresa sarà terribile nello scricchiolio delle ossa e nello stridore dei denti. Ve lo dico ora perché vi pentiate e cambiate strada, che Io sono infinitamente Compassionevole con le Mie pecore che ritornano nelle Mie Braccia Amorevoli; ma dovete farlo ora, perché come vi ho detto: non c'è tempo! L'eternità si apre e il tempo degli uomini, cioè il tempo dei Gentili, volge al termine, come fu per il Mio amato popolo d'Israele.
Voi Mi crocifiggete di nuovo, e ai piedi della Mia Croce non vedo altro che le vostre risate grottesche e beffarde verso tutto ciò che ha Sapore di Me.

mercoledì 24 agosto 2016

Il Regno della Parola di Dio


Appello di Amore e Conversione di Dio Padre - 21 luglio 2016

 
  
Scrivi, piccolo carmelitano, le Parole di tuo Padre e impara dalla Mia dottrina, perché questi insegnamenti sono vita e benedizione per gli uomini che li mettono in pratica, perché la Mia Parola è Luce ai vostri passi sul sentiero di questi Ultimi Tempi di caos e di confusione.

Satana sta ingannando molti uomini, perché si lasciano sedurre dalla tiepidezza e dalla vita facile e comoda che predica; vale a dire, un rilassamento spirituale e un relativismo diffuso che a molte anime sembra essere preferibile al vivere la Mia Parola e la Mia Divina Volontà.

Come sai, piccolo, e te l'ho detto fin dall'inizio, i Miei Appelli all’Amore e alla Conversione all’Umanità hanno come fondamento la Mia Parola e quello che desidero per mezzo di essi è ricordare a tutti l'importanza di vivere la Mia Parola; molti hanno dimenticato la Mia Parola a causa delle distrazioni del mondo.

Piccolo, la Mia Parola è rugiada che rinfresca terra arida e riarsa, senza acqua. Il mondo senza la Mia Parola sarebbe sterile, morto, e non avrebbe sostenuto l'uomo stesso; ma ora, l'apostasia e la menzogna  lo dominano del tutto, deviando molti; Io, però, in quanto  Padre di Misericordia, non dimentico il Mio Piccolo Resto.
È per questo che, oggi, mentre venite al vino eucaristico di Mio Figlio, il Verbo fatto carne, Io vi do una grande speranza: attraverso il Trionfo del Cuore Immacolato della Donna Vestita di Sole, verrà anche il Regno della Parola, perché vivranno la Mia Parola e, vivendola ,vivranno la Mia Divina Volontà.

Tutto questo, piccolo, fa parte dell’effusione del Mio Spirito , il vostro Paraclito. Io ti do una piccola preghiera per chiedere il Regno della Mia Parola:

Amato Padre, che il Regno della Parola di Dio venga presto nei nostri cuori. Maria, Regina del Regno della Parola di Dio, prega per noi. Amen.

Piccolo, raddoppia le tue preghiere e i tuoi  sforzi perché l’ora è urgente, e come al più piccolo dei Miei profeti ti è affidato molto.

Ti amo, piccolo.

Il Regno della Parola di Dio inizierà anche con il compimento della profezia: mentre il mondo è responsabile di una guerra e di una distruzione, il Cielo verrà presto a stabilire il Regno della Parola di Dio, ma nel Mio Resto, che amo e di cui ho cura, perché è piccolo, umile e semplice.

Il Regno della Parola di Dio è la vostra speranza. Ti benedico. Dimora nella Mia pace. Nel nome del Padre e del Figlio, e dello Spirito Santo. Amen. Ave, Maria Purissima, concepita senza peccato.

http://sagradoscorazonesunidos.blogspot.it/

 

lunedì 22 agosto 2016

venerdì 29 luglio 2016

VIA CRUCIS ELABORATA CON TESTI DI DON M.SOPOCKO


http://www.faustina-messaggio.com/via-crucis-gesu-salvatore.htm

Il Beato don Michele Sopocko (1888-1975), confessore e direttore spirituale di Suor Faustina Kowalska, fu direttamente legato al mistero delle apparizioni di Gesù Misericordioso. Dio gli assegnò un ruolo di straordinaria importanza: realizzare la missione che il Signore Gesù affidò a Suor Faustina. A quest’opera sacrificò quasi tutta la sua vita.

giovedì 28 luglio 2016

OTTAVA DI CONSACRAZIONE A DIO PADRE



Grazie al lavoro di una cara amica, è ora disponibile in italiano l'Ottava di Consacrazione a Dio Padre dell'Umanità (la cui festa cade la prima domenica di Agosto).

https://gloria.tv/text/HcCMKTU113qrTUWKf4Sjc1vmG

La Consacrazione è preparata durante un periodo complessivo di otto giorni (ottava) a partire da una domenica, e comporta il seguente impegno personale:

 a) Messa quotidiana, la Comunione, ovviamente (coloro che non possono per gravi motivi come il divorzio o altro, possono fare la  comunione spirituale).

 b)  per otto giorni si recitano senza interruzione  le rispettive preghiere.

 c) Seguono le Litanie.

 d) Meditare sui temi suggeriti nell’  "Ottava Minore"

 

È importante comprendere il senso fondamentale di quest’atto, considerando che consacrandoci:

1. Saremo nella Casa del Padre

2. Dio vuole vivere nell’ uomo come in un tabernacolo (santuario) vivente.

3. Facciamo la libera scelta di ritornare al Padre.

4. Per questo, diamo un vero e proprio "SI " ( Fiat ! ).

5. Impariamo a conoscere  come  amarLo, servirLo e onorarLo  durante questa  ottava, che è interamente Sua.

6. Chiediamo la Sua misericordia per tutto: passato, presente e futuro.

7. Consacriamo noi stessi a Dio Padre.

8. Maria, Gesù e lo Spirito Santo, quindi, avranno completato  il loro lavoro.

9. Noi, Suoi figli,  torniamo al Padre.